CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE

Senza la sporta usa solo quella compostabile


Con l'entrata in vigore del divieto della commercializzazione dei sacchi non biodegradabili dal 01.01.2011 e visti gli obiettivi consortili in tema di corretto recupero dell’organico con sacchetti compostabili per la conseguente produzione del compost di qualità, questa iniziativa prevede una serie di azioni finalizzate alla graduale eliminazione dei sacchetti in plastica per gli acquisti presso i commercianti dei Comuni consorziati ed una campagna di sensibilizzazione della popolazione rispetto a tale argomento.

No alla plastica, ma in alternativa all’impiego del sacchetto riutilizzabile si suggerisce l’impiego di buste compostabili, in quanto a differenza di quelle plastiche possono essere impiegate per la raccolta delle frazione organica dei rifiuti e subiscono, con essa, un naturale processo di degradazione.

Per contribuire all’eliminazione definitiva di questi oggetti così inquinanti e, in fondo, anche così inutili, Il Consorzio ha sottoscritto con i Comuni soci un patto d’intesa, il quale si prefigge di sensibilizzare gli esercizi commerciali all’impiego esclusivo di sporte riutilizzabili o compostabili.
Il lancio del progetto è previsto in concomitanza con la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, dalla quale l’iniziativa consortile è stata riconosciuta. A partire, quindi, dalla settimana del 22 novembre i circa 100 punti vendita che hanno già aderito al progetto potranno esporre il materiale informativo della campagna e consegnare ai propri clienti alcuni shopper in cotone per una spesa eco-sostenibile. Ovviamente l’impegno per il coinvolgimento dei commercianti non si ferma. Auspichiamo che nelle prossime settimane altri punti vendita, che stanno manifestando la propria disponibilità ad intraprendere la nuova strada della riduzione dei materiali plastici, possano aggiungersi a quelli già coinvolti.

Materiale scaricabile:

▶  Locandina

▶  Adesivo

▶  Espositore

▶  Fotografia della sporta riutilizzabile



news