logo cir33

NEWS ED EVENTI

MONTEMARCIANO - Dopo il coinvolgimento delle scuole, al via il secondo step del progetto “FATTI GLI AVANZI TUOI”.


Un’azione concreta e di facile attuazione per lavorare insieme all’importante obiettivo della prevenzione dello spreco alimentare. Invitati ristoratori e associazioni
 
L’ATA Rifiuti Ancona, nell’ambito della propria attività di pianificazione della gestione integrata dei rifiuti, pone tra i principali obiettivi di carattere strategico quello della riduzione e della prevenzione dei quantitativi di rifiuti prodotti nel territorio provinciale, mediante l’adozione di iniziative atte a sviluppare una maggiore e più diffusa consapevolezza delle problematiche connesse al tema dei rifiuti. Da questa premessa nasce uno dei progetti sui quali si sta lavorando concretamente, denominato “Fatti gli avanzi tuoi”. L’azione incentra la propria attenzione al tema della riduzione dello spreco alimentare tramite una serie di interventi tra i quali spiccano, principalmente, i seguenti:
- favorire la riduzione degli sprechi nei ristoranti e nelle manifestazioni pubbliche tramite l’asporto del cibo non consumato;
- favorire una rete in grado di intercettare cibo presso la grande distribuzione e di provvedere alla sua redistribuzione;
- azioni di educazione ambientale sul tema dello spreco e della corretta alimentazione nelle scuole e presso le famiglie, con annesse azioni di monitoraggio dello spreco nelle mense e nelle case.
 
Considerato che nel corso degli ultimi anni è sensibilmente cresciuta l’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni su questo tema per la sua valenza sia ambientale, sia economico-sociale, anche in seguito alla recente entrata in vigore della L. 166/2016, l’ATA e l’Amministrazione comunale di Montemarciano hanno deciso di avviare questo progetto partendo dal coinvolgimento della ristorazione, delle scuole e delle famiglie del territorio.

“Una delle azioni proposte – ricorda Liana Serrani, Presedente dell’ATA - è quella che stiamo presentando, rivolta ai ristoratori, alle associazioni che organizzano manifestazioni pubbliche e ai loro clienti. Essa nasce con l’obiettivo di favorire e coordinare la nascita di un network di soggetti sensibili alle tematiche ambientali e, in particolare, al tema dello spreco alimentare, che promuovano presso i propri clienti la possibilità di portare a casa eventuali avanzi del pasto”.
Per capire l’importanza del network basta riflettere sui seguenti numeri: in Italia si sprecano circa 150 kg procapite di cibo; con questa quantità di cibo si potrebbero sfamare 44 milioni e mezzo di persone; il 21% di questo spreco avviene in casa o al ristorante.

Durante l’incontro Andrea Tittarelli, Assessore all’ambiente del Comune di Montemarciano, ha spiegato che “il progetto intende favorire la cultura del non spreco e fornire soluzioni efficaci e pratiche per mettere in atto interventi concreti di prevenzione. A tale scopo, è stato realizzato un apposito logo che sarà dato in concessione d’uso a tutti i ristoratori e alle associazioni aderenti, i quali – sottoscritto uno specifico protocollo d’intesa - potranno disporre del logo e declinarne l’utilizzo sui contenitori e/o gadget che riterranno più consoni alle loro necessità. È stata, inoltre, predisposta la progettazione di una serie di prodotti di packaging e/o oggettistica dedicati all’iniziativa e riportanti il logo “Fatti gli avanzi tuoi”, che ristoratori e associazioni aderenti potranno poi procurarsi autonomamente nelle fasi successive all’avvio del progetto”.
Al fine di agevolare la fase di start-up, ATA Rifiuti e Comune di Montemarciano forniranno gratuitamente agli esercizi commerciali aderenti una vetrofania dedicata, un totem da tavolo e un kit iniziale di buste di carta con il logo dell’iniziativa, da utilizzare per il confezionamento dei cibi non consumati richiesti dai propri clienti.

“Particolare importanza – ha sottolineato la presidente dell’ATA - sarà data alla comunicazione verso cittadini e turisti tramite la promozione e la valorizzazione del progetto “Fatti gli avanzi tuoi!” da parte dell’ATA Rifiuti e dei Comuni del bacino provinciale che aderiranno alla proposta. Da parte loro, contribuendo al progetto, i ristoratori saranno i protagonisti di questa importante iniziativa che qualificherà i loro locali come esercizi virtuosi, impegnati concretamente nella lotta allo spreco alimentare e ciascun cittadino potrà ridurre gli sprechi di cibo semplicemente ordinando il servizio di asporto e… facendosi gli avanzi suoi”.
 


news